Redazione

Redazione

Giovedì, 17 Settembre 2020 21:04

URSANO, VITTORIA CON PRIMATO IN PUGLIA

Dopo Roma Luca Ursano si migliora ancora. Mercoledì 16 settembre nel nuovo stadio di atletica leggera di Molfetta (BA), in occasione del TAC ad inviti disposto dal Comitato Fidal Puglia, il mezzofondista ventunenne ex Fiamma Catanzaro si è imposto su tutti gli avversari schierati alla partenza dei 5000 metri, realizzando la sua migliore prestazione in 14’43’’25 (ad un soffio dal record di papà Gigi). Un crono importante costruito su un “lepraggio” di lusso, grazie alla disponibilità dell’azzurro e coetaneo Pasquale Selvarolo (Atletica Casone Noceto), che ha permesso a Luca Ursano di correre 'coperto' a ritmo di 2’55’’ a km, transitando al 3000m in 8’45’’. Sganciatasi la lepre all’ottavo giro, Ursano in solitaria e in leggero décalage ha completato i dodici giri e mezzo sulla otto corsie in sportflex, fissando la 5ª prestazione italiana di categoria dell’anno. Un’ulteriore step di conferma che dà continuità al lavoro svolto in altura dal runner di K42 in vista del prossimo Campionato Italiano Assoluto dei 10.000 metri, in programma a fine mese in Veneto. Al secondo posto si è piazzato Giovanni Susca dell’Atletica Amatori Cisternino, con il tempo di 14’50’’07, crono che gli vale il personal best. Bronzo con pb per il lucano Rocco Lancillotti del Club Atletico Potenza in 15’00’’79. Ai piedi del podio Andrea Palumbo, Atletica Amatori Cisternino, bravo in 15’06’’74 ad abbassare di 19 secondi il suo vecchio primato. A far strabuzzare gli occhi di Coach Leone fissi sul cronometro, ha contribuito anche l’ottima performance del senior Luigi Altomare, schierato insieme a Ursano dal D.T. giallonero nell’ultima gara in programma della kermesse pugliese di fine estate. La condotta giudiziosa di Altomare, dal primo gennaio in forza al team di via degli stadi, ha consentito al 26enne roglianese di imprimere un’azione di corsa equilibrata con velocità intorno ai 3’05’’ a km, finendo in progressione (400m finale in 69’’) al 7° posto in graduatoria in 15’23’’48, addirittura 51 secondi in meno rispetto al precedente pb, datato giugno 2019. 

Ursano partenza Molfetta
La partenza dei 5000 metri

Ursano in fase di doppiaggio
Ursano in fase di doppiaggio prima dell’arrivo

Ursano Leone e Altomare a Molfetta
Coach Leone tra Ursano e Altomare

Ursano e Selvarolo a Molfeta
La “lepre” Pasquale Selvarolo e Luca Ursano

La pista di atletica leggera “Paolo Rosi” di Roma porta bene a Luca Ursano, che nel corso della manifestazione regionale denominata caccia al minimo, disputatasi nella serata di sabato 5 settembre, demolisce il suo primato personale nei 3000m, chiudendo la competizione al terzo posto in 8’26”56 alle spalle di Mohamed Zerrad (Atletica Biotekna Marcon (VE) – 8’22”99) e Luca Boraschi (Atletica Futura Roma – 8’24”27).  L’Under 23 giallonero, reduce da uno stage di 34 giorni in quota a Sestriere a 2000m s.l.m., continua il suo percorso di crescita fornendo un'ulteriore prova di maturità dopo il 31’13” sui 10km, ottenuto lo scorso febbraio al “Gran Premio su strada città di Misano”. Qualche ora prima, a settecento chilometri più a sud, un’altra pista arride alla linea giovane K42. A Reggio Calabria, in occasione del 5° Test di Allenamento Certificato, organizzato dal Comitato Fidal Regionale, i rampolli di coach Max Grandinetti mostrano ancora una volta grinta e qualità, ad iniziare dai 200m con l’Allievo Giuseppe Pio Raho terzo in 24”23, davanti ai compagni di team Bernardino Gianni, quinto in 25”56, e Andrea Giordano, settimo in 27”83. Sulla stessa distanza al femminile, ennesima vittoria con limatura del pb per Francesca Colonna (28”99) e terzo posto di Linda Savaia (30”42 pb). Tra i Cadetti si migliorano Niccolò Termini (2’55”70), Paolo Caratozzolo (3’00”84), primo e secondo nei 1000m, e Sara Salerno (3’28”38 nuovo pb), vincitrice della sfida femminile. Un fastidioso vento contrario sul rettilineo di partenza, frena le velleità di Simone Siciliano e Luigi Conforti, oro e argento nei 300m Ragazzi, bravi a tagliare il traguardo in 43”42 e 44”02, davanti a Michele Greco (51”17) e Salvatore Savaia (51”35), entrambi validi protagonisti all’esordio sulla distanza. Prima volta anche per Samuele De Napoli sui 150m Ragazzi, quarto al traguardo in 24”08 e gradito rientro alle gare per una caparbia Sara De Vico, prima tra le coetanee con nuovo pb in 23”01. Katia Arco, dominatrice assoluta dei 3000m donne in 11’29’’43, stabilisce il nuovo record regionale sulla distanza categoria F40. Bene anche Francesca Familiari, quinta in 14’06”33.

LuigiLuca a Roma
Luigi Altomare e Luca Ursano prima della gara a Roma

Briefing RC
Briefing di gruppo a Reggio Calabria

pb Katia Arco Rc
Nuovo record regionale per Katia Arco

 

Un ultimo weekend di agosto fruttuoso per i colori gialloneri sia su tartan che asfalto. Otto i personal best migliorati sabato 29 sulla pista di Reggio Calabria, in occasione del 4° TAC organizzato dal Comitato Regionale Fidal. La coppia terribile dell’estate 2020 Siciliano-Conforti, si conferma sulla distanza dei 600 metri categoria Ragazzi. Dopo un avvio ‘tirato’ da Luigi Conforti (2° in 1:40.77), Simone Siciliano si impone allo sprint sul compagno di squadra con l’ottimo crono di 1:39.35, nuovo pb per entrambi. Perfeziona il suo miglior tempo anche Salvatore Savaia, 4° in 1:57.53. Sui 100m categoria Allieve, si conferma leader Francesca Colonna, prima al traguardo (con vento contrario) in 13.95. Il bronzo in 14.92 è di Linda Savaia. Sesto posto in graduatoria per Martina Dodaro in 16.40. Sui 100m categoria Promesse, argento per Bernardino Gianni in 12.59. Quarto Andrea Giordano (13.61). Buon prologo di Bryan Luciano Filippo sugli 80 metri piani, chiusi in 10.51. Lo stato di forma di Niccolò Termini (42.15) e Paolo Caratozzolo (42.86), si palesa nei 300 metri Cadetti, frantumando ambedue il proprio pb. In gara Cadette efficientissima Sara Salerno, all’esordio sulla distanza, conclude la prova al primo posto in 48.10. Sofia Filice è seconda in 51.82. Il terzo posto sul giro di pista, chiuso in 54.05, vale la limatura al proprio pb a Giuseppe Pio Raho. Sui 60 metri piani categoria Ragazzi, Michele Greco si classifica terzo in 9.11. Esordio assoluto in competizioni ufficiali per Alessandro Ranieri (4° in 9.24), seguito da Samuele De Napoli (9.63 pb). Katia Arco (detentrice del record regionale Assoluto sui 3000 siepi) stravince il 1500m femminile con il tempo di 5:31.09. A chiudere la manifestazione l’emozionante staffetta 4x100 categoria Ragazzi. Protagonisti i frazionisti Savaia-Greco-Ranieri-De Napoli, abilissimi a concludere la prova sotto il minuto (59.70), che vale il nuovo record di società. Domenica 30 a Mileto (VV) la 9ª edizione de La Normanna, consacra il ritorno alle gare su strada in Calabria con partenza tipo gran premio di formula 1 e mascherina. Buon test sui 10 giri del circuito urbano (totale 9,750mt) per Francesco Turano, 5° in graduatoria generale e 1° SM50 in 34’16’’. Pasquale Praticò in 35’35’’ chiude 10° assoluto e 2° in categoria Promesse. Emilio Termini è 2° SM40 in 38’07’’. Amedeo De Marco è bronzo SM65 con il crono di 44’01’’. Segnali incoraggianti dopo l’infortunio per Giuseppe Abrescia, 9° SM45 in 49’12’’. Sulla distanza dei 5km, doppio impegno (dopo la prova di sabato sulla pista di rione Modena) per Katia Arco, seconda assoluta in 19’50’’. Francesca Familiari chiude quinta in graduatoria generale e conquista il 2° posto SF45 in 22’57’’.

Brayan Filippo a Reggio Calabria
Bryan Filippo in gara sugli 80m

S. De Napoli A. Ranieri M. Greco
Doppia prova per De Napoli, Ranieri e Greco impegnati su staffetta e 60m

IMG 20200830 WA0059Emilio Termini premiato a Mileto   

 

Domenica, 09 Agosto 2020 20:43

ALTOMARE E URSANO IN QUOTA A SESTRIERE

Per gli atleti di resistenza, agosto è il tempo degli allenamenti in altura. Dopo oltre un quinquennio di preparazione effettuata sull’altopiano silano, i mezzofondisti categoria Assoluti di K42, si sono spostati al nord. Non tutti però. Luigi Altomare e Luca Ursano hanno scelto Sestriere come location (tra le più gettonate dai club top-level e dalle varie Federazioni), mentre il resto del gruppo prova in sede il recupero di vecchi acciacchi, tra sedute fisioterapiche e corse blande praticate in loco. Un mese in compagnia dei migliori specialisti, tanti gli atleti delle varie nazionali presenti nel centro tipico delle Alpi torinesi, consentirà ad Altomare e Ursano di affinare la propria condizione in vista degli impegni autunnali in programma tra ottobre e dicembre.

PrannoCarbone
Corsa blanda intorno allo stadio per Andrea Pranno e Aldo Carbone 

La seconda giornata di Test Certificati, organizzata dal Comitato Fidal Calabria martedì 4 agosto sulla pista di rione Modena, ha messo in mostra le qualità dei giovani rampanti K42. Giuseppe Pio Raho (secondo anno Allievi), conferma le sua natura da sprinter, conseguendo un 54.08 niente male sui 400 metri, piazzandosi al 2° posto in graduatoria finale, a conclusione delle tre serie in programma. Bernardino Gianni, al rientro dopo un lungo stop, chiude al 6° posto in 56.59. Sulla distanza dei 1500 metri, vinti dall’ex Idam in 3:55.49, Pasquale Praticò realizza il suo miglior tempo in 4:22.57, che gli vale il 5° posto. In gara femminile 2° gradino del podio per Katia Arco in 5:49.25. Intenta all’esecuzione del gesto tecnico, l’ostacolista Francesca Colonna taglia il traguardo dei 100Hs categoria Allieve in 19.06. Prova gli ostacoli anche Michele Guerino Greco sui 60Hs categoria Ragazzi, chiusi in 11.32. Nuovo primato personale con vittoria per Niccolò Termini in 2:56.81 sulla prova dei 1000 metri categoria Cadetti. Nella medesima gara, Paolo Caratozzolo in 3:05.27 si classifica al 3° posto. Non è da meno la Cadetta Sara Salerno, che sulla stessa distanza in 3:31.68 vince su Simona Sgrò dell’Atletica Sciuto, fissando il nuovo PB. Sofia Filice si impone sui 300 metri categoria Cadette con il crono di 50.73. Sul giro e mezzo di pista categoria Ragazzi, creano letteralmente il vuoto tra loro e gli avversari Luigi Conforti e Simone Siciliano, con quest’ultimo che prevale sul compagno di squadra al fotofinish in 1:41.34 contro l’1:41.58. Due rivelazioni della nidiata baby guidata da coach Max Grandinetti, su cui il club cosentino fa affidamento per il prossimo futuro.

DSC 9663
Giuseppe Pio Raho al tragurado dei 400m

DSC 9736
Simone Siciliano e Luigi Conforti allo sprint finale

DSC 9749
La disamina dei 600m di coach Leone

DSC 0052Pasquale Praticò in lotta per il 3° posto sui 1500m

DSC 9604
Ansia pre gara per Francesca Colonna

IMG 20200805 WA0089Perfetto gesto tecnico di Francesca Colonna sugli ostacoli

DSC 9783
Nuovo PB per Niccolò Termini sui 1000m

DSC 9795
Sara Salerno in testa sui 1000m femminili

DSC 9858
Sofia Filice

IMG 20200804 185149 1
Katia Arco in fase di riscaldamento

IMG 20200804 193133
Dopo le corse ... la rivincita a calcio

IMG 20200804 195227Genitori sempre al seguito. Parte integrante ed imprescindibile del progetto giovanile K42 

 

 

 

Domenica, 02 Agosto 2020 18:28

RIPRESA CON I FIOCCHI PER I GIOVANI K42

Mercoledì 29 luglio è ripartita ufficialmente l’attività agonistica in Calabria, con il primo dei tre Test di Allenamento Certificati (T.A.C.), indetti dal Comitato Regionale Fidal, andato in scena al campo C.O.N.I. “A. Penna” di rione Modena a Reggio Calabria. Dopo il forzato periodo di lockdown e la ripresa delle sedute girovaghe di allenamento (Rende, Spezzano Sila e Castrovillari), causa lavori di ricostituzione della pista di atletica leggera di via degli stadi, i primi responsi agonistici prodotti dai teenager bruzi soddisfano appieno il team e gratificano il meticoloso lavoro svolto dai coach Leone, Grandinetti, Piro e Salerno. Ottimo esordio sulla distanza dei 600 metri Cadetti per Niccolò Termini, che lascia di stucco Daniele Gentile dell’Atletica Barbas all’uscita dell’ultima curva e vince in 1:36.79. Sulla stessa distanza Paolo Caratozzolo chiude 4° in 1:40.34. Testa a testa avvincente in gara femminile tra Rossella Mondilla (Fiamma Atletica Catanzaro) e Sara Salerno, giunta al traguardo al 2° posto in 1:58.83, suo nuovo personal best. Avvii al fulmicotone del duo Siciliano-Conforti sulla distanza dei 300 metri categoria Ragazzi. In prima serie Simone Siciliano si impone in 42.97 su Joele Aiello dell’Altis Athletics Catania (46.87). Non c’è storia neanche in seconda serie, con Luigi Conforti che si sbarazza facile degli avversari in 43.77, frantumando il 49.17 di Molfetta. Nuovi PB anche sui 100 metri Allievi. Gianmarco Molinari è 3° in quarta serie e in classifica generale con 11.67 (11.72 il suo precedente miglior crono elettronico realizzato a Matera). Giuseppe Pio Raho in 11.70 vince in terza serie e migliora il 12.31 di Siderno. In graduatoria è 4° su 12 atleti classificati. Sui 100mt Allieve si impone Francesca Colonna con il crono di 13.61. Ottimo 3° posto per Martina Dodaro che si migliora di un centesimo (16.08). Sugli 800 metri Pasquale Praticò chiude all’8° posto in 2:14.21. Stabilisce la sua miglior misura di sempre nel salto in lungo Giuseppe Felice Serpe (5,53mt), classificandosi in gara collettiva al 3° posto. Convincente doppia prova per Michele Guerino Greco, 1° nel salto in lungo categoria Ragazzi con la misura di 4,00mt (suo nuovo record) e 2° in 9.10 sulla prova dei 60mt.

Molinari a RC
L'arrivo di Gianmarco Molinari 3° sui 100m

Giuseppe Pio Raho RC
Nuovo personal best di Giuseppe Pio Raho sui 100m

serpe e praticò
Gare in contemporanea per Giuseppe Felice Serpe e Pasquale Praticò

ConfortiSiciliano
Concentrazione pre-gara per Luigi Conforti e Simone Siciliano

Michele Guarino Greco a RC
Ottime prove sul lungo e 60m per Michele Guerino Greco

Lunedì, 06 Luglio 2020 17:10

RAGUSA E ARCO I VIRTUAL RUN PIU’ VELOCI

Dopo il lungo periodo di lockdown, causa pandemia, per il podismo nostrano si comincia ad intravedere la luce in fondo al tunnel. Esclusi gli atleti di interesse nazionale, che hanno da qualche settimana ripreso le sedute di allenamento, la situazione per maratoneti, mezzofondisti e runners della domenica, resta ancora confusa. In attesa che i protocolli di profilassi emanati dalla Federazione si snelliscano, nel mondo della corsa su strada ha nel frattempo preso piede la competizione senza assembramento, una sorta di confronto virtuale tra atleti che si misurano su un chilometraggio prestabilito, scegliendo un percorso nei pressi della propria residenza, e comunicando agli organizzatori il tempo effettivo impiegato a coprire la distanza. Durante l’ultimo weekend anche i tesserati K42 si sono misurati nell’evento VirtualKappa, crono gara sui 10km riservata alle categorie Master. La migliore prestazione femminile è stata registrata a Reggio Calabria, grazie alla performance sotto la pioggia effettuata da Katia Arco (44’41’’ il crono finale). Tra gli uomini si è imposto Massimo Ragusa, che ad Amantea ha concluso i dieci chilometri in 35’28’’.

Il Centro Studi & Ricerche della Federazione Italiana di Atletica Leggera, ha pubblicato sulla propria rivista scientifica “Atletica Studi” (numero 1/2020 di giugno), il lavoro di ricerca sul fenomeno del drop-out giovanile elaborato dal D.T. di K42 Maurizio Leone. L’indagine è stata condotta in collaborazione con la Prof.ssa Maria Francesca Piacentini del Dipartimento di Scienze Motorie Umane e della Salute presso l’Università degli Studi di Roma "Foro Italico" e con l’Ing. Alessandro Vitale Responsabile Tecnico del Laboratorio di Ingegneria dei Trasporti dell’Unical. Il tema affronta l’abbandono dei giovani dalla pratica del mezzofondo, analizzando cause e fattori che influiscono nella rinuncia a proseguire un percorso di crescita di tanti promettenti endurance boys. Tra le 12 pagine dedicate da Atletica Studi al report sul drop-out, emergono diversi elementi condizionanti in ambito metodologico e relazionale, che agiscono nel congedo dall’agonismo di tanti talentuosi mezzofondisti, non più in grado di confermare prestazioni cronometriche di qualità con il passaggio dalle categorie giovanili a quelle assolute. Un importante lavoro di ricerca che apre per l’ex azzurro e campione italiano di cross, un percorso esplorativo attraverso il quale divulgare e formare nuova “cultura” pro-atletica, incentrata su metodi scientifici.

11AS10

Sabato, 06 Giugno 2020 15:50

L’ABBANDONO PRECOCE NEL MEZZOFONDO

Si è dibattuto sul tema dell’abbandono giovanile nella specialità mezzofondo, durante il webinar online organizzato sabato 30 maggio u.s. da Fidal Umbria con relatore l'FTR calabrese Maurizio Leone. Le slide del seminario sono disponibili su: http://www.fidal.it/content/Formazione-Settore-Tecnico/71185

Domenica, 24 Maggio 2020 22:16

K42 RIACCENDE I MOTORI

Partita la Fase 2, a seguito delle disposizioni emanante dalle autorità Governative e Sanitarie in merito all’emergenza Coronavirus, l’Asd Cosenza K42 prova gradatamente a riavviare i motori. Grazie all’ospitalità della Polisportiva Giovanni Salerno di contrada Cancello Magdalone a Rende, considerata la temporanea chiusura del Campo Scuola di Cosenza, le categorie Ragazzi, Cadetti e Allievi hanno ripreso gli allenamenti divisi per gruppi, in giorni e fasce orarie alternate. Al momento le categorie Esordienti vengono gestite tramite sedute online, attraverso delle piattaforme web. Sgambate libere invece, rispettando le misure per il contenimento della diffusione del Covid-19, per gli atleti Juniores, Promesse e Senior, ritrovatisi nei consueti luoghi d’allenamento e coordinati dal D.T. Leone. Indossate le t-shirt tecniche, riallacciati gli scarpini da running, uno sguardo al cronometro e via a sbuffare tra andature e lavori organici, in attesa che la Federazione definisca un protocollo con le linee guida per l’auspicata ripresa della stagione agonistica 2020.

Pianolago cinquina
Gli atleti Assoluti in allenamento

Cancello Magdalone 1
Gli atleti categoria Ragazzi Simone Siciliano e Luigi Conforti 

Cancello Magdalone 2
Dirigenti, medici e tecnici di K42 verificano sul campo il piano anti-covid