LEONE E' CAMPIONE D'ITALIA DI CROSS

Una Cosenza K42 da combattimento compie l’impresa a Monza conquistando il decimo posto in classifica ai Campionati Italiani Master di Cross. Sui prati del Parco di Monza, luogo storico delle corse campestri, la società cosentina fa un notevole balzo in avanti nel panorama podistico italiano, grazie alle performance eccellenti di Maurizio Leone, Benedetto Andreoli, Luigi Imbrogno e Paolo Audia. L’intenso programma gare svoltosi domenica sull’impegnativo percorso disegnato dall’esperto Luca Barzaghi, iniziato alle nove in punto del mattino sotto un tiepido cielo velato di smog, hanno visto le canotte giallonere subito protagoniste nella batteria unificata M60/65 con Giuseppe Imbroinise a sfiorare l’ingresso a punti (31° all’arrivo) e Benedetto Andreoli (9° posto) artefice del primo bottino di giornata. Determinante la “copertura” di Angelo Marinello nella batteria successiva M55, dopo il forfait dell’ultimo minuto del più esperto Carmelo Pastura. Nella M50 Giovanni Curia si difende bene con una gara in progressione, ottenendo la 56° posizione. Bagarre tra i 240 Master 45 a sgomitare ancora prima del via per occupare posizioni utili allo sprint d’avvio dove spicca l’impresa del nuovo talento della K42 Luigi Imbrogno, Vigile del Fuoco in forza al Comando di Cosenza, con una condotta di gara da runner navigato, ottiene un ottimo 18° posto che frutta al club bruzio ben 22 punti. Massimo Ragusa e Tonino Posa chiudono rispettivamente al 52° e 57° posto, seguiti da Carlo Maselli giunto 142°.  L’intramontabile Maurizio Leone corre senza avversari tra gli M40 e conquista il suo quarto titolo italiano di specialità alla media di 3’16’’ a Km, concedendo ulteriore prova come l’ex azzurro, se meglio allenato, potrebbe ancora ben figurare tra gli assoluti. Interessanti i crono di Antonio Carvelli, 23’46’’ per compiere i sei chilometri previsti e Mario Verta 23’50’’, compagni di batteria di Leone, seguiti da Francesco Imbrogno (26’09’’) e Raffaele Biondi (26’35’’). Grande apporto al raggiungimento del risultato di squadra l’ha dato il neo M35 Paolo Audia che, partito a mille, ha con grande merito nella parte finale, risalito posizioni importanti finendo al 21° posto in 21’38’’. Buona la prova del ”fuori regione” Osvaldo Libranti, 55° con 26’14’’ e del nuovo arrivato Luca Consolo 83° con 26’14’’. L’importante risultato ottenuto in Lombardia dalla K42, è stato possibile anche grazie all’attenta regia del DG Ciccio Misasi, che magistralmente ha coordinato tutte le fasi della gara.

Lascia un commento

In questa sezione puoi inserire i tuoi commenti.