MAURIZIO LEONE CAMPIONE ITALIANO MASTER

Domenica 28 aprile ad Ostuni, grazie ad una spettacolare dimostrazione di forza, Maurizio Leone si è laureato Campione Italiano Master di mezza maratona per il 2013. Negli ambienti del running nazionale la notizia dei trionfi dell’alfiere della Società “Cosenza K42” non è sicuramente una novità dal momento che il campione cosentino ha oramai consolidato questa bella e straordinaria abitudine di salire sul gradino più alto del podio nelle gare dei Campionati Italiani Master di mezzofondo. Dopo i titoli conquistati nei Campionati di Cross di Ugento del 2011 e nella Mezza Maratona di Salerno del 2012, questo anno Maurizio ha continuato a stupire realizzando  una clamorosa doppietta nelle due prove finora disputate, il Campionato di Cross a Monza nel mese di marzo e la Mezza Maratona di Ostuni. Per dovere di cronaca segnaliamo che la gara di ieri si è disputata su un tracciato tanto suggestivo quanto difficile, un tracciato  caratterizzato da continui saliscendi e da una lunga salita finale che collega la bella costa salentina con l’antico e suggestivo borgo della “città bianca”. La gara è stata subito “spaccata” in due dal perentorio allungo iniziale di Maurizio Leone e del molisano Ivan Di Mario che corre per una Società di Campobasso. I due hanno fatto corsa a sé costringendo il resto del gruppo, quasi 2.000 partecipanti, a competere per le sole posizioni d’onore (il terzo classificato, il pur forte Brignone, ha registrato un ritardo di oltre 2 minuti). Di Mario e Leone sono arrivati al traguardo appaiati e, di fatto, entrambi con il titolo di Campione d’Italia già in tasca visto che  competevano in due diverse categorie (rispettivamente M35 e M40). L’entusiasmante allungo finale dei due, funzionale a delineare solo la graduatoria generale, ha visto prevalere il più giovane molisano per soli 5 secondi. La gara di Ostuni ci regala un risultato che va ben oltre la meritata riconquista del  titolo italiano di Maurizio Leone, un risultato che, se letto in prospettiva, può rappresentare una pietra miliare per l’intero sport cosentino. Maurizio, da vero capitano, ha trascinato tutta la sua squadra, l’ASD “Cosenza K42”, alla conquista di un successo storico. Il team sponsorizzato dalla Società “Caffè Aiello”, confermando la sua leadership in Calabria,  per la prima volta è riuscito a conquistare il podio in una competizione nazionale classificandosi al terzo posto assoluto nella classifica a squadre del Campionato Italiano di Mezza Maratona. Ad Ostuni, infatti, c’è stata una superlativa prova di forza di tutta la squadra caratterizzata dagli straordinari risultati individuali di Benedetto Andreoli (3° assoluto nella categoria M65), Paolo Audia (4° nella categoria M35), Salvatore Granata ( 16° nella categoria M50), Luigi Imbrogno, Gianluca Imbroinise e Roberto Pansa (tutti al 17° posto nelle categorie M45, M60 e M65), Massimo Mazzotta e Massimo Ragusa (rispettivamente 22° e 25° nella categoria M45), Giovanni Curia (25° nella categoria M50). Oltre a questi 10 alfieri che sono stati solo i principali protagonisti del risultato che ha consentito alla “Cosenza K42” di classificarsi al 3° posto assoluto, di grande sostanza sono state le prove di Antonio Carvelli, Tonino Posa, Stefano Bruno e Antonio Arcidiacone, che hanno fatto fermare il cronometro su tempi di valore. Insomma, un grande risultato costruito grazie a un “gioco di squadra” che ha visto protagonisti gli oltre 50 atleti che hanno gareggiato e, insieme a loro, anche il gruppo di dirigenti che ha coordinato sapientemente la trasferta in terra pugliese. Da Ostuni arriva dunque una messaggio chiaro al mondo dello sport calabrese: anche alle nostre latitudini è possibile costruire “squadre vincenti”. Per farlo c’è bisogno, oltre che di risorse economiche, anche di   passione, competenza, programmazione, spirito di sacrificio. “Cosenza K42”, nel suo piccolo, oggi è diventata un modello da seguire per tutti.

Lascia un commento

In questa sezione puoi inserire i tuoi commenti.