MAZZOTTA PODISTA DI RANGO A TORINO

Qualche metro dietro, subito dopo il passaggio dei keniani in diretta rai, il passo spavaldo dell’icona del podismo cosentino, Massimo Mazzotta, sfavillava in giallonero sugli schermi tv domenica mattina, dispensando distillati d’orgoglio a dirigenti e compagni di corsa incollati a seguirne le gesta in più rilassate posture. Alla 27^ edizione della Turin Marathon l’atleta bruzio ha fatto registrare un dignitosissimo 2h46’30’’ conquistando il 5^ posto di categoria nonché primo a completare la gara dell’intera pattuglia K42 presente in Piemonte. Buona prova, dopo i 42Km di Berlino, del crotonese Carvelli con 2h58’34’’. Luca Attanasio (3h08’45’’) si aggiudica la sfida in famiglia con Cerzosimo (3h15’25’’). Esordio più che positivo per Daniele Percacciuolo, che impostato sui 4’40’’ a Km, chiude senza patemi in 3h19’58’’. Alfredo Argirò termina in 3h25’07’’. Rinetto Muzzillo, influenzato, timbra la sua 5^ maratona a 3’45’52’’. Distanze più corte, la Stratorino di 7,3 Km, per Vizza e De Santis che con disinvoltura sgambettano sui viali torinesi in vista dei prossimi impegni più consoni al loro “blasone”.

Lascia un commento

In questa sezione puoi inserire i tuoi commenti.